Dieta delle spezie

Dieta delle Spezie

Il punto forte di alcune diete moderne è il loro proporre soluzioni dai toni flessibili ed in grado di assicurare un ottimo risultato finale in riferimento alla perdita di peso, senza però rinunciare al buon gusto: la dieta delle spezie si presenta come regime alimentare ricco di sapori e variegato nelle sue proposte, rientrando in pieno in tale classifica.

L'apporto calorico offerto rientra nella media delle varie diete finora analizzate, attestandosi su 1300 calorie giornaliere.

Le fasi in cui dividere il processo di dimagrimento possono essere considerate fondamentalmente due: un primo periodo di maggiore sacrificio, in cui il proprio organismo dovrà abituarsi ai cambi di abitudine imposti tramite un regime alimentare più equilibrato, ed una fase di mantenimento che potrà tranquillamente essere protratta a vita.

L'utilizzo delle spezie è in parte giustificato in quanto la loro presenza diminuisce drasticamente la presenza di condimenti vari, in particolare del sale ed è quindi consigliato nel caso di individui che soffrono di frequenti sbalzi di pressione, o di problematiche cardiovascolari.

La quasi totale assenza del sale assicura inoltre di cancellare eventuali fenomeni di ritenzione idrica.

Molte delle spezie in circolazione (come nel caso dello zafferano) sono in grado di accellerare il processo digestivo e favorire lo smaltimento dei grassi in eccesso, mentre nel caso del pepe notiamo una blanda azione diuretica e depurativa.

Pesce, pollo ed in generale tutte le carni ricche di proteine ed a basso contenuto di grassi sono eccellenti da integrare nei propri pasti così come anche nel caso di legumi, verdure e frutta che garantiscono una discreta fonte di sali minerali, vitamine e fibre.

Per finire, ecco una tipica giornata secondo il calendario alimentare della dieta delle spezie:

Colazione: tè verde con dolcificante, yogurt magro bianco o latte scremato con 30 grammi di fiocchi di cereali e un cucchiaio di semi di sesamo.

Pranzo: insalata preparata con grana in scaglie, due carote alla julienne, una mela affettata, una manciata di prezzemolo fresco tritato fine, un cucchiaio di capperi senza sale, un pizzico di noce moscata e cannella, un cucchiaio di olio e succo di limone, e una fetta di pane.

Cena: vellutata di lenticchie e mele spolverata con cannella e zenzero in polvere, verdure alla piastra condite con un cucchiaio di olio di oliva, limone e peperoncino, una fetta di pane.