Nutrienti: approfondimento, minerali

Alimenti ricchi di minerali.I minerali fanno parte di una categoria di nutrienti spesso sottovalutati o non conosciuti come altri.

Tuttavia, il compito assegnato a questi componenti è particolarmente importante e si dirama in diverse funzioni che coinvolgono il proprio organismo: si spazia infatti da mansioni di carattere strutturale a veri e propri processi biochimici.

Va inoltre ricordato come il mondo dei minerali sia piuttosto celato rispetto ad altri nutrienti e per questo si conosca poco riguardo al ruolo che ricoprono nel quadro alimentare abitudinario: alcune delle loro funzioni sono tuttora avvolte nel mistero e le ipotesi su ipotetici vantaggi che essi sarebbero in grado di apportare abbondano in campo nutrizionale.

I minerali sono presenti nel proprio organismo in discrete quantità.

Per lo meno, questo è ciò che accade con la maggior parte di essi: calcio, fosforo, potassio e sodio vengono regolarmente accumulati in modo da poterne sfruttare i principi benefici (come ad esempio accade con la diretta relazione tra calcio e lo sviluppo delle ossa) mentre altri minerali come selenio, rame e zinco sono comunque presenti anche se in minima parte.

Il contenuto di minerali più adeguato alle proprie esigenze alimentari è da rintracciare in prodotti di origine vegetale.

Così come accade anche per le vitamine, tali valori sono però influenzabili da fattori esterni come il luogo in cui vengono coltivati i prodotti, il processo di lavorazione a cui sono sottoposti e successivi metodi di preparazione e cottura: tutto ciò contribuisce ad impoverire l'alimento delle sue riserve di minerali in modalità non indifferenti.

Vi è infine il fenomeno della biodisponibilità: come nel caso di altri nutrienti, anche per i minerali vale il discorso secondo cui il proprio organismo fa fronte ai periodi di carenza traendo risorse dai depositi di nutrienti accumulati nel corso del tempo.