Dieta e palestra

Dieta e palestra.Si è parlato spesso di come la semplice dieta non sia sufficiente a garantire dei risultati effettivi e duraturi nel tempo.

Essa va abbinata ad una discreta dose di attività fisica che può essere dilazionata nell'arco della settimana, con conseguente libertà decisione per quanto riguarda il numero di sessioni e la loro durata.

Ecco quindi alcuni consigli pratici per chi entra per la prima volta nel mondo del fitness ed un aiuto pratico su come gestire le prime attività: ricordiamo che così come accade per dieta e nutrizionista, il miglior modo per ottenere un quadro bilanciato delle proprie capacità è quello di rivolgersi direttamente ad un esperto del settore.

 

  • Non scoraggiarsi - uno degli errori più comuni e commessi di solito nelle fasi iniziali del programma, quando si è ancora inesperti e il carico di attività fisica settimanale inizia a spaventare leggermente l'individuo: nulla di più sbagliato in quanto il primo scoglio è sempre il più arduo da superare ma col tempo verrà una predisposizione naturale ad effettuare anche lunghe sessioni di allenamento;
  • Non esagerare - altro errore madornale è quello di fremere eccessivamente dalla voglia di perdere peso ed assistere ad un all-in (così come direbbero gli americani): dare il massimo è sì una buona cosa ma controproducente per una buona partenza;
  • Suddividere il carico - non si nasce con naturale istinto per annullare la fatica e non superare 30 minuti di corsa non è un segno che deve incitare a lasciar perdere l'allenamento: l'approccio deve in questo caso essere metodico e suddividere la sessione di allenamento in più periodi di ripresa giova moltissimo;
  • Costanza - uno dei fattori più importanti è la dedizione che si nutre verso i propri impegni: l'attività fisica non va vista come un obbligo ma piuttosto come un piacere che va protratto settimana dopo settimana, finchè essa diventa una routine abitudinaria di cui si finisce per non accorgersi più.