Classificare le diete

Classificazione delle diete.Un valido aiuto per iniziare una dieta consiste nel poter catalogare in modo efficace le proposte alimentari.

Attualmente vi è una miriade di quadri alimentari diversi su cui poter fare affidamento, e molti seguono criteri specifici (rendendosi quindi particolarmente adatte al singolo individuo) mentre altre assumono toni generali.

La diversità di queste diete non consiste solo nel modo in cui vengono poste e si presentano: spesso il loro obiettivo differisce alquanto, spaziando da una semplice soluzione dimagrante ad un vero e proprio stile di vita che mira al raggiungimento di un buon equilibrio nutrizionale.

Potremmo riassumere i canoni più diffusi in questo semplice elenco:

 

  • Dieta dimagrante - la più classica tra i regimi alimentari odierni, mira al raggiungimento di un peso che verrà definito come valore ideale: da qui viene a crearsi una ulteriore suddivisione che vede da un lato soluzioni a breve termine, mentre dall'altro abbiamo una serie di diete che promettono risultati concreti;
  • Dieta ingrassante - da non confondere con un altro tipo di dieta molto importante, ovvero quella seguita da atleti e bodybuilders: la dieta ingrassante è consigliata  a persone perennemente sottopeso o per chi sta curando problemi derivati da fenomeni di anoressia e simili, e mira a riportare ai livelli ottimali le scorte di nutrienti che il precedente digiuno forzato ha reso carenti o addirittura irrisorie;
  • Dieta di mantenimento - una delle più importanti sebbene sia sottovalutata, si pone quasi sempre come fase finale di una dieta complessa ed articolata in più macro-fasi: l'obiettivo è quello di mantenere il peso forma raggiunto anche in seguito alla fine del periodo di dimagrimento;
  • Dieta per definizione - la variante delle soluzioni alimentari ingrassanti seguita da atleti professionisti: consiste nel rendere praticamente nulla la quantità di massa grassa presente nel proprio corpo a favore di un incremento esponenziale della massa magra: nonostante si tratti spesso di diete ipercaloriche, la presenza di una percentuale di massa bianca superiore alla media rende il processo di smaltimento delle calorie estremamente più rapido ed efficiente.